Economics for Dummies

Corso base di economia per l’alternanza scuola-lavoro.

Il percorso dell’alternanza scuola/lavoro per gli studenti di terza è iniziato anche quest’anno con un corso di economia in aula, cui seguono le esperienze dirette di lavoro con forte valenza formativa.

Entrambi i licei avevano attuato corsi di Economia nell’anno scolastico 2015/2016. Quest’anno, grazie alla collaborazione dei due indirizzi liceali e alla ottimizzazione dei risultati migliori dell’esperienza passata, si è costituito un corso unico, definito dal progetto Economics for Dummies (definizione coniata da uno studente), articolato in 5 moduli, per ciascuno dei quali si  sono effettuati:
– Una lezione in aula con presentazione frontale ed esemplificazioni, a cura di un esperto esterno.
– La ripresa a casa per eventuali chiarimenti e approfondimenti.
– La verifica finale.

I temi trattati e i relatori sono stati i seguenti:
– L’azienda e la sua organizzazione, con la giuda del dott. Marco Gerosa, dirigente d’azienda, il 20 febbraio 2017.
– Elementi di base del ciclo finanziario e del bilancio, con la guida della dott. Laura Ghezzi, docente di scuola superiore, il 22 febbraio 2017.
– Il marketing e le vendite e La comunicazione in azienda, sempre con il dott. Gerosa, il 28 febbraio 2017 e l’11 marzo 2017.
– Le aziende non profit e la cooperazione internazionale, con il dott. Giacomo Gentile, dirigente ATS e la dott. Miriam Gandini, consulente, ex operatore ONU in Montenegro, il 1 aprile 2017.

I ragazzi hanno affrontato la sfida di moduli da tre ore con una certa serietà: le domande poste durante il corso erano per lo più, pertinenti e chiare, così come le simulazioni effettuate in presenza dei relatori.

Il lavoro è stato impegnativo e si è concluso con la somministrazione di un test di verifica su domande a scelta multipla formulate dagli esperti e conseguente valutazione.

Gli studenti hanno infine compilato un questionario di giudizio sull’esperienza fatta. Nei loro commenti molti affermano che vale la pena di seguire un corso simile perché ritengono utile questo percorso di avvicinamento al mondo del lavoro, cominciando così a intuire il nesso tra il particolare che affronteranno nell’esperienza sul campo e il più vasto mondo economico.

Molti dichiarano di essersi così avvicinati a un mondo altrimenti sconosciuto, che potrà diventare per alcuni oggetto degli studi universitari o addirittura ambito della professione. Ecco alcuni commenti:
“Il corso è stato interessante perché sono stati spiegati argomenti utili sia per l’alternanza che per il futuro”; “Il corso è stato utile ed educativo, sicuramente fondamentale per iniziare ad immergersi nel mondo del lavoro”; “Da riproporre”; “Esperienza interessante e coinvolgente”; “Non tutto mi è stato immediatamente chiaro, ma gli interventi degli esperti si sono rivelati utili per approfondire gli argomenti”.

Tra gli elementi di miglioramento molti indicano la necessità avvicinare le presentazioni, così da non far trascorrere troppo tempo tra una proposta e l’altra e creare una sorta di full immersion nel mondo economico; sottolineano inoltre la necessità di ridurre il tempo di ogni singolo modulo, da tre ore a due circa, al fine di mantenere deste attenzione e concentrazione.
Alcuni hanno apprezzato “argomenti concreti come il bilancio”, altri sono soddisfatti per essere riusciti “a capire come funzionano il mondo dell’economia, della pubblicità e della cooperazione internazionale”; altri ancora sono contenti di “avere scoperto cosa c’è dietro un prodotto”, di essere “più consapevole della pubblicità che guardiamo”.
Infine, alcuni commenti esemplificano un guadagno già vissuto, perfettamente in linea con il progetto che va dal lavoro dei padri alla più vasta economia mondiale.
“Il corso è stato utile per capire meglio il lavoro di mio padre”, “Ho trovato questo corso molto interessante, mi ha aiutato a scoprire cose nuove, è stato la possibilità di approcciarmi a questo mondo finora inesplorato e di avere su questo dei dialoghi interessanti con mio papà.”
Finiamo con un “Magari farò Economia!”

Faremo tesoro delle indicazioni degli studenti per rendere sempre più coinvolgente e formativa la proposta del corso per il prossimo anno.