Il rapporto con la famiglia

 

I genitori, per il fatto di avere generato i figli, sono i primi e privilegiati educatori; hanno pertanto il diritto-dovere di partecipare alla ricerca e alla realizzazione delle proposte formative, all’approfondimento, insieme con gli altri educatori, dei problemi inerenti alla crescita dei propri figli. La famiglia deve quindi conoscere e condividere il P.O.F. della scuola, poiché per raggiungere i suoi obiettivi educativi la scuola stessa ha bisogno in primo luogo della fiducia, dell’appoggio e della collaborazione dei genitori.
Un rapporto tra scuola e famiglia così delineato si concretizza in alcuni momenti di incontro significativi:
· I colloqui d’iscrizione il rapporto inizia con il colloquio d’iscrizione con la presidenza, durante il quale il ragazzo viene presentato nelle sue caratteristiche e nella sua storia scolastica.
· I colloqui tra ciascun insegnante e i genitori di ogni alunno, al fine di aver sempre presente il cammino di crescita del ragazzo
· Le assemblee di classe, come spazio di confronto tra il gruppo dei docenti e quello dei genitori, per informare sulla programmazione educativa e didattica e verificarne l’attuazione.
· Gli incontri di approfondimento sui temi pedagogici di interesse comune promossi annualmente dalla scuola in collaborazione con i rappresentanti dei genitori, come occasione per riflettere in merito ai problemi vissuti nello svolgimento del proprio compito educativo.